logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Agordo - Agort

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Calendario

Calendario eventi
« Giugno  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             
Contenuto

News

Foto dell'Asilo Nido Comunale Foto dell'Asilo Nido Comunale

Asilo Nido Comunale

ISCRIZIONI ANNO EDUCATIVO 2018-2019


SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER IL NUOVO ANNO EDUCATIVO 2018-2019

 

 

 

 

Sono aperte le iscrizioni per il nuovo anno educativo 2018 - 2019.

Il modulo per l'iscrizione al Nido andrà presentato, debitamente compilato e firmato, direttamente all’Asilo Nido, dal 04 giugno 2018.
Nel caso di impossibilità, per mancanza di disponibilità negli orari stabiliti dall’Asilo, la domanda potrà essere presentata in Comune di Agordo, presso l’Ufficio Ragioneria – primo piano - sig.ra Claudia Cattadori.

Si evidenzia che le domande, di norma, vanno presentate nel periodo 4-20 giugno ma le iscrizioni sono aperte tutto l'anno.

Le educatrici forniranno tutte le informazioni relative alla struttura e alle attività educative e consegneranno i moduli per l’iscrizione.

Per informazioni: Asilo Nido - Responsabile degli Educatori Sig.ra Maria Pia Fontanive (tel: 043763358 – e-mail: asilonidoagordo@gmail.com)

Comune di Agordo: Sig.ra Claudia Cattadori (tel: 043762295 – e-mail: claudia.cattadori.agordo@agordino.bl.it

A fondo pagina la modulistica

 

ATTENZIONE......

BONUS ASILI NIDO

L'Inps, con la circolare n. 14/2018, ha dato il via libera alla presentazione delle domande per ottenere il bonus asili nido per l'anno 2018.
Il bonus asili nido è un aiuto economico corrisposto dall'Inps ai genitori che ne fanno domanda. Vale al massimo 1.000 euro per anno e spetta a sostegno del pagamento delle rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati e dell'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore dei bambini affetti da gravi patologie croniche. Il contributo è erogato in 11 mensilità del valore massimo di 90,91 euro l'una. In caso di retta mensile inferiore a tale cifra si ha diritto a un contributo pari alla spesa sostenuta. Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per i servizi educativi integrativi all'asilo nido. Il contributo non è cumulabile con la detrazione fiscale per la frequenza degli asili nido, mentre è cumulabile con i benefici della monetizzazione del congedo parentale per le mensilità non coincidenti. Lo stesso contributo, non frazionato in mensilità, può essere richiesto a sostegno dell'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore di bambini di età inferiore a 3 anni impossibilitati a frequentare gli asili nido perché affetti da gravi patologie croniche. L'Inps, con la circolare 29 gennaio 2018, n. 14, ha precisato che le domande per ottenere i contributi possono essere presentate dal 29 gennaio 2018 esclusivamente in via telematica e fino al 31 dicembre, salvo esaurimento anticipato delle risorse disponibili che ammontano ad un totale 250 milioni di euro.

Per approfondimenti: LINK AL SITO DELL'INPS

CONTRIBUTO BABY SITTING O ASILI NIDO: ALTERNATIVE AL CONGEDO PARENTALE 2018

L'articolo 4, comma 24, lettera b), legge 28 giugno 2012, n. 92, ha introdotto in via sperimentale per il triennio 2013-2015 la possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità ed entro gli 11 mesi successivi, in alternativa al congedo parentale, voucher per l'acquisto di servizi di baby sitting oppure un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l'infanzia o dei servizi privati accreditati, per un massimo di sei mesi. Tale beneficio è stato prorogato anche per l'anno 2016 ed esteso alle lavoratrici autonome dall'articolo 1, commi 282-283, legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità).
A oggi, l'articolo 1, commi 356 e 357, legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017) ha prorogato per il biennio 2017-2018 il beneficio in questione sia per le lavoratrici dipendenti e iscritte alla Gestione separata (nel limite di spesa di 40 milioni di euro per ciascuno dei due anni) sia per le lavoratrici autonome e imprenditrici (nel limite di spesa di 10 milioni di euro per ciascuno dei due anni), ferme restando le disposizioni attuative contenute nei decreti ministeriali 22 dicembre 2012, 28 ottobre 2014 e 1° settembre 2016.
Con il decreto-legge 17 marzo 2017, n. 25 è stata disposta l'abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio, con conseguente possibilità di utilizzare i voucher per prestazioni di lavoro accessorio fino al 31 dicembre 2017.
Di conseguenza, l’articolo 54 bis, legge 24 aprile 2017, n. 50 ha previsto che il contributo di cui all'articolo 4, comma 24, lettera b), legge 28 giugno 2012, n. 92, per l'acquisto di servizi di baby-sitting, è erogato mediante la modalità del Libretto Famiglia.
Pertanto da gennaio 2018 il voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting è rinominato “contributo per l’acquisto di servizi di baby-sitting” e viene erogato secondo le modalità previste per il Libretto Famiglia.

A CHI E’ RIVOLTO
Il contributo è rivolto alle lavoratrici dipendenti pubbliche o private, nonché alle lavoratrici iscritte alla Gestione Separata di cui all'articolo 2, comma 26, legge 8 agosto 1995, n. 335 (comprese le libere professioniste, che non risultino iscritte ad altra forma previdenziale obbligatoria e non siano pensionate, pertanto tenute al versamento della contribuzione in misura piena). Queste due categorie di lavoratrici si devono trovare, al momento di presentazione della domanda, ancora negli 11 mesi successivi alla conclusione del periodo di congedo obbligatorio di maternità e non devono aver fruito ancora di tutto il periodo di congedo parentale.
Possono inoltre accedere al beneficio le lavoratrici autonome o imprenditrici: coltivatrici dirette, mezzadre e colone; artigiane ed esercenti attività commerciali; imprenditrici agricole a titolo principale; pescatrici autonome della piccola pesca marittima e delle acque interne

 di cui all'articolo. 66, comma 1, decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151. Queste lavoratrici devono aver concluso il teorico periodo di fruizione dell'indennità di maternità e avere ancora almeno un mese di congedo parentale (in relazione al minore per cui si chiede il beneficio) a cui poter rinunciare.
Non possono accedere al beneficio le lavoratrici esentate totalmente dal pagamento della rete pubblica dei servizi per l'infanzia o dei servizi privati convenzionati e le lavoratrici che usufruiscono dei benefici del Fondo per le Politiche relative ai diritti e alle pari opportunità istituito con l'articolo 19, comma 3, decreto-legge 4 giugno 2006, n. 223, convertito dalla legge 4 agosto 2006, n. 248.
DECORRENZA E DURATA
Il contributo è erogato alle lavoratrici dipendenti per un periodo massimo di sei mesi, divisibile solo per frazioni mensili intere, in alternativa e con rinuncia alla fruizione del congedo parentale da parte delle lavoratrici stesse.
Dal 14 giugno 2017, data di entrata in vigore della legge 22 maggio 2017, n. 81, alle lavoratrici iscritte alla Gestione Separata, il contributo è erogato per un periodo massimo di sei mesi.
Per le lavoratrici autonome e per le imprenditrici, invece, il contributo è erogato per un periodo massimo di tre mesi.

QUANTO SPETTA
L'importo del contributo è di massimo 600 euro mensili.
Per le lavoratrici part-time il contributo è ricalcolato in proporzione alla minore entità della prestazione lavorativa.
Il contributo per l'asilo nido viene erogato con pagamento diretto alla struttura scolastica prescelta dalla madre, dietro esibizione da parte della struttura della documentazione attestante l'effettiva fruizione del servizio fino al raggiungimento dell'importo di 600 euro mensili. Il contributo verrà erogato esclusivamente se il servizio per l'infanzia viene svolto in una struttura scelta dalla madre e presente nell'elenco pubblicato sul sito INPS.
Il contributo concesso per il pagamento dei servizi di baby sitting viene erogato mediante il Libretto di Famiglia.

QUANDO FARE DOMANDA
Le lavoratrici dipendenti e iscritte alla Gestione Separata possono presentare la domanda negli 11 mesi successivi alla conclusione del periodo di congedo di maternità.
Le lavoratrici autonome e imprenditrici possono presentare la domanda dopo aver concluso il teorico periodo di fruizione dell'indennità di maternità ed entro l'anno di vita del minore.
Si può presentare la domanda di accesso al beneficio per ciascun figlio purché ne ricorrano i requisiti.
L'INPS provvede ad avvisare il datore di lavoro della lavoratrice della proporzionale riduzione del periodo di congedo parentale conseguente alla concessione del beneficio.

COME FARE DOMANDA
La domanda va presentata online all'INPS attraverso il servizio dedicato.
In alternativa, si può fare la domanda tramite:
• Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
• enti di patronato e intermediari dell'Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

per approfondimenti: LINK AL SITO DELL'INPS

 

Calendario anno educativo 2017-2018
Festività obbligatorie

 1° novembre – Tutti i santi (mercoledì)
 8 dicembre - Immacolata Concezione (venerdì)
 26 dicembre – Santo Stefano (martedì)
 1° gennaio – S. Silvestro (lunedì)
 2 aprile - Lunedì dell’Angelo
 25 aprile – Festa della Liberazione (mercoledì)
 1° maggio – Festa del lavoro (martedì)
 29 giugno – Festa del Santo patrono (venerdì)

Vacanze scolastiche

- Da mercoledì 27 dicembre 2017 a venerdì 05 gennaio 2018;
- Mese di Agosto 2018

Il Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale Agordo Servizi si riserverà eventuali modifiche che saranno comunicate tempestivamente.
A fine mese di novembre 2017 e nel mese di maggio 2018 verranno inviate le lettere esplorative sull’eventuale attivazione del servizio anche per la prima settimana di gennaio 2018 e agosto 2018

 

Si evidenzia che l'Asilo è Struttura Accreditata Servizi Infanzia dell'INPS (link per verificare l'accreditamento)

La struttura è in possesso di Accreditamento Istituzionale n. 5/2015 del 11/05/2015 (previsto dalla Legge Regionale Veneto n. 22 del 2002) per una capacità ricettiva di 40 posti.

Inoltre, si evidenzia che il Servizio di Asilo Nido è certificato ISO 9001:

Puntare ad ottenere la certificazione di qualità è stata l’occasione per mettere ordine in un sistema già avviato e per definire delle modalità di lavoro condivise con tutto il personale, perchè la qualità non può avere successo se non è sentita dagli operatori come un valore aggiunto alla propria professionalità. Con l’impegno di tutti abbiamo sviluppato un ‘sistema nido’ che poggia su un preciso pensiero educativo, dato che offriamo un vero servizio educativo oltre che sociale”.

Un ulteriore passo che l'Azienda e il Comune stanno facendo è l'acquisizione del CPI (Certificato Prevenzione Incendi), non tanto per poter accogliere un numero maggiore di bambini, quanto per avere una struttura ancor più sicura.

Per dettagli e informazioni: Link alla pagina dedicata al Servizio

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 04/06/2018

Altre News

I più recenti

Piazzale G. Marconi n. 1 - 32021 Agordo (BL)
P.Iva IT 00103340253
agordo@agordino.bl.it PEC: comune.agordo.bl@pecveneto.it