logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Agordo - Agort

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

News

Immagine della nuova CIE Immagine della nuova CIE con fronte e retro

NUOVA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA


Dal 10 novembre 2016 anche il Comune di Agordo avvierà ufficialmente il rilascio delle nuove CIE

Nuova Carta d'Identità Elettronica
Dal 10 novembre 2016 anche il Comune di Agordo avvierà ufficialmente il rilascio delle nuove CIE (le carte d'identità cartacee nel vecchio formato potranno essere emesse solo in casi eccezionali).
Per chiedere la CIE sarà necessario fissare un appuntamento, chiamando il numero 0437 62295 o recandosi presso l'Ufficio Segreteria. Attualmente gli appuntamenti vengono fissati nei seguenti giorni e orari:
martedì dalle ore 10:00 alle ore 12:30 (ultimo appuntamento);
giovedì dalle ore 16:00 alle ore 17:30 (ultimo appuntamento)

La Carta di identità elettronica potrà essere richiesta dai cittadini residenti nel Comune di Agordo e dai dimoranti (per dimoranti si intende: luogo dove la persona si trova in un determinato istante e permane senza stabilire la residenza ovvero stabilirvisi abitualmente).
La durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza.
Nel dettaglio:
3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
10 anni per i maggiorenni.

Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera: è preferibile il formato cartaceo in quanto quello elettronico viene accettato solo se in formato png o jpg con una risoluzione di almeno 400 dpi e una dimensione massima non superiore a 500 KB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. Le indicazioni su come effettuare correttamente la foto sono disponibili nella sezione “Modalità di acquisizione foto”.
È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione (non è necessario presentare altri documenti).
Prima di avviare la pratica di rilascio della Carta di identità elettronica bisognerà versare, presso le casse del Comune, la somma di €. 22,00 (€. 16,79 è il costo stabilito dal Governo - €. 5,21 sono i diritti fissi e di segreteria) quale corrispettivo per il rilascio della CIE.
Il cittadino, nel momento della domanda:
In caso di primo rilascio esibisce all’operatore Comunale un altro documento di identità in corso di validità.
Se non ne è in possesso dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni;
In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale;
Verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
Fornisce, se lo desidera, indirizzi di contatto per essere avvisato circa la spedizione del suo documento;
Indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
Fornisce all’operatore comunale la fotografia;
Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali, secondo le modalità consultabili a questo indirizzo “Modalità di acquisizione impronte”
Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati;
Il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta.
Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.
In caso di smarrimento della CIE, il cittadino è tenuto a sporgere regolare denuncia presso le forze dell’ordine; successivamente, contattando il servizio di supporto del Ministero dell’Interno, potrà richiedere l’interdizione del suo documento. La richiesta di rinnovo dovrà essere presentata sempre presso il proprio Comune di residenza o dimora.

La nuova CIE: principali novità.

Il Ministero dell'Interno ha selezionato il Comune di Agordo, insieme ad altri Comuni, per iniziare l'emissione della nuova Carta di Identità Elettronica (CIE).
La nuova Carta di Identità Elettronica è realizzata in policarbonato personalizzato mediante la tecnica del laser engraving con la foto e i dati del cittadino e corredato da elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, guilloches ecc.).
E’ dotata di un microprocessore a radio frequenza che costituisce:
una componente elettronica di protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare da contraffazione;
uno strumento predisposto per consentire l’autenticazione in rete da parte del cittadino, finalizzata alla fruizione dei servizi erogati dalle PP.AA.;
un fattore abilitante ai fini dell’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)
un fattore abilitante per la fruizione di ulteriori servizi a valore aggiunto, in Italia e in Europa.
La foto è in bianco e nero e stampata al laser, per garantire un'elevata resistenza alla contraffazione.
Sul retro della carta il Codice Fiscale viene riportato anche come codice a barre.

Le vecchie carte d'identità cartacee e elettroniche.
Chi è già in possesso di un documento valido non deve fare nulla: le CIE vecchio formato e le carte d'identità cartacee tradizionali già emesse rimangono valide fino alla loro scadenza naturale.
Emissione/rinnovo: cosa occorre:
Il cittadino interessato all'emissione/rinnovo del documento (minorenne o maggiorenne) deve presentarsi personalmente dopo aver preso appuntamento.
I minori devono essere accompagnati da almeno 1 genitore.
Il cittadino deve essere residente ad Agordo; se domiciliato (dimorante) nel Comune di Agordo deve avere il nulla osta del Comune di residenza.

Validità per l'espatrio.
Se valida per l'espatrio, la CIE equivale al passaporto per gli stati dell'Unione Europea, nei paesi dell'area Schengen e negli Stati che hanno sottoscritto accordo
Il richiedente maggiorenne deve dichiarare di non trovarsi in nessuna delle cause ostative al rilascio del passaporto.
Il richiedente minorenne deve presentarsi accompagnato almeno da 1 genitore.
Se un genitore non può essere presente, occorre dichiarazione d'assenso.
Approfondimenti su www.poliziadistato.it - www.viaggiaresicuri.mae.aci.it

Dichiarazione di donazione organi a scopo trapianto.
Al momento della richiesta il cittadino può fornire, se lo desidera, il consenso o il diniego alla donazione degli organi e tessuti in caso di morte.


Impronte digitali.
L'acquisizione delle impronte digitali è obbligatoria per i cittadini di età uguale o maggiore di 12 anni.

Italiani residenti all'estero.
Per il rilascio del documento d'identità i cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE) devono recarsi ai rispettivi Consolati di riferimento (solo in casi particolari verrà rilasciata la carta d'identità formato cartaceo).

Prenotazioni appuntamenti.
Successivamente potrà essere fatta collegandosi on line all'Agenda CIE.

Furto o smarrimento
In caso di furto o smarrimento della carta d'identità è necessaria la denuncia in originale, rilasciata dall'Autorità di Pubblica Sicurezza (Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia locale).
Se la denuncia è stata presentata ad autorità straniere, occorre rifarla presso le autorità italiane competenti.

Per approfondimenti: Sito Ufficiale CIE  Sito Ufficiale dellIPZS

 

Responsabile: p.i. Stefano Costa

Servizi Demografici - tel: 043763949

e-mail: anagrafe.agordo@agordino.bl.it

PEC: comune.agordo.bl@pecveneto.it

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 23/05/2017
Piazzale G. Marconi n. 1 - 32021 Agordo (BL)
P.Iva IT 00103340253
agordo@agordino.bl.it PEC: comune.agordo.bl@pecveneto.it